Complot S.Y.S.tem

Processo di ricerca a cui dal 2000 lavora un gruppo indipendente di artisti, che nella pluralità dei linguaggi rivolge una particolare attenzione alla relazione tra arte e architettura. Dal 2001 definisce un progetto per una città utopica, allegoria dei sensi, costruita con libri, CD, VHS ecc. che evoca la presenza sensuale e sensibile del corpo, tra immaginario e realtà.


Warning: opendir(/home/virtual/site70/fst/var/www/html/images/stories/109) [function.opendir]: failed to open dir: No such file or directory in /home/virtual/site70/fst/var/www/html/plugins/content/jwsig.php on line 100

Venezia

Com.plot S.Y.S.tem alla 11. Biennale di Architettura
Cerimonia conclusiva, performance, video e presentazione delle pubblicazioni
Padiglione Italiano e Padiglione Venezuela, 1 novembre 2008

Con il patrocinio della PARC, della Fondazione La Biennale di Venezia, della Direzione del Padiglione Italiano, della Direzione del Padiglione Venezuela, delle Facoltà di Architettura Roma Tre, Facoltà di Architettura Valle Giulia, Accademia di Belle Arti di Brera, Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali Università della Tuscia.
Come già nel 2006, com.plot S.Y.S.tem torna al Padiglione della Repubblica Bolivariana del Venezuela, ospite del Direttore Juan Pedro Posani e del suo vice Denardin Urbina, a presentare lo sviluppo del progetto Edifici concettuali declinato in: Arte Architettura Territorio, avviato nella precedente edizione. Nella mattina del 1 Novembre, dopo la presentazione della Rassegna Transiti/Confini Contemporanei, Stagione Teatrale Europea (Pietro Zucca, Mirko Nikolic e Davide De Merra), si è svolta la tavola rotonda a Palazzo Querini Debois, Sede della Biennale, su “Arte Architettura e Formazione” dove sono intervenuti Vito Bucciarelli, Eleonora Carrano, Francesco Cellini, Massimo Mazzone, Giorgio Muratore, Sebastian Redecke, manifestazione conclusa con la consegna dei Diplomi del post lauream intitolato Arte Architettura Territorio, nel pomeriggio nello splendido scenario del Padiglione di Carlo Scarpa, si è svolta la performance “Arquetipos imaginario y mitos” parte della Rassegna Transiti/Confini Contemporanei, Stagione Teatrale Europea che si svolge a Milano nel corso del 2009 al Teatro della Contraddizione con Medusa di Nicoletta Braga et al, Hopa idemo! di Mirko Nikolic, Riccardo Pirovano et al, Fedra/Aracne di Federica Filippini, Spazi interni di Pietro Zucca et al, Ancora senza titolo...installazione più vita vera di Laura Cazzaniga et al, Lo spazio archetipo della solitudine di Antonella Conte et al, e con la straordinaria produzione Die Privilegierten di Marco Maria Linzi.

Altri in questa categoria: « Parigi