Complot S.Y.S.tem

Processo di ricerca a cui dal 2000 lavora un gruppo indipendente di artisti, che nella pluralità dei linguaggi rivolge una particolare attenzione alla relazione tra arte e architettura. Dal 2001 definisce un progetto per una città utopica, allegoria dei sensi, costruita con libri, CD, VHS ecc. che evoca la presenza sensuale e sensibile del corpo, tra immaginario e realtà.


Warning: opendir(/home/virtual/site70/fst/var/www/html/images/stories/94) [function.opendir]: failed to open dir: No such file or directory in /home/virtual/site70/fst/var/www/html/plugins/content/jwsig.php on line 100

Edifici concettuali e architetture

EDIFICI CONCETTUALI ED ARCHITETTURE: I MODELLI DI RAPPRESENTAZIONE DELLA CITTÀ IMMAGINARIA E DELLA CITTÀ REALE.

La questione della rappresentazione, dei modelli di città immaginaria e reale, attraverso i secoli, ha disegnato, ha dato forma a sistemi filosofici e politici, a comunità e visioni. Abbiamo introdotto quello che proponiamo essere un itinerario dialettico, durante l'ultima Biennale di Venezia (X Mostra Internazionale di Architettura) con l'incontro conferenza "Libertà, Politica e Territorio" come con la rassegna video Altre Visioni. L’arte e l’architettura hanno un destinatario naturale in questi soggetti pertanto è a nostro avviso necessario, confrontarsi ancora e ancora sulle immagini e su ciò che esse materializzano. Presentiamo il programma di incontri che si sono svolti nel 2007 nelle sedi romane delle Facoltà di Architettura di Roma Tre, di Valle Giulia alla Accademia di Belle Arti di Brera, oltre alle mostre al Museo Tuscolano di Frascati, al work-shop a Viterbo e le altre mostre ad Arezzo. Questo progetto, ideato ed organizzato da com. plot S.Y.S. tem, ha visto le Facoltà di Architettura Roma Tre e Valle Giulia di Roma, l’Accademia di Belle Arti di Brera, Milano, la Facoltà di Beni Culturali di Viterbo, quali ospiti delle iniziative; iniziative irrealizzabili senza il contributo di un ricco cartello istituzionale che include la DARC direttore Pio Baldi, la Fondazione La Biennale di Venezia, le rappresentanze diplomatiche di Venezuela e Argentina, i Comuni di Frascati e di Arezzo. Francesco Cellini, Preside della Facoltà di Architettura Roma Tre, Roberto Palumbo già Preside di Valle Giulia, oggi pro rettore della Sapienza di Roma, Benedetto Todaro, Preside della Facoltà di Architettura Valle Giulia e Fernando De Filippi, Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Brera, sono stati mentori di questa iniziativa e, senza di loro, o senza i loro migliori collaboratori, in primo luogo Giorgio Muratore e Donatella Scatena di Valle Giulia, Vito Bucciarelli, Gastone Mariani, Giuseppe Bonini, di Brera, Francesco Ghio e la Segreteria di Roma Tre, la Preside Andaloro, Elisabetta Cristallini e l’Associazione Universitaria Spatrimonio, della Facoltà di Beni Culturali dell’Università della Tuscia di Viterbo, quello che segue sarebbe rimasto lettera morta: a tutti loro in quanto rappresentanti delle istituzioni, va il nostro ringraziamento. Un ulteriore sentito ringraziamento va a tutti i relatori che hanno risposto positivamente al nostro invito condividendo tempo ed energie con grazia e generosità, e naturalmente a coloro i quali, per impegni pregressi, o altre ragioni, ci hanno voluto comunque arricchire con contributi testuali, interviste e altri materiali, che hanno completato la configurazione questo mosaico.

Altri in questa categoria: 2006 »